Procedura di Triage

PROCESSO DI TRIAGE NELLA FASE DI ACCOGLIENZA DEI DONATORI

CRITERI DI SOSPENSIONE AGGIORNATI AL 1° MARZO 2020


Per la massima sicurezza del sistema sangue, a tutela della salute del donatore e del ricevente, è stata introdotta una procedura di triage (cernita) da parte degli operatori sanitari che prevede la misurazione della temperatura corporea e la formulazione di una serie di domande:

  1. il donatore ha recentemente viaggiato nella Repubblica Popolare Cinese? se sì, applicare il criterio di sospensione temporanea di 14 giorni dal rientro
  2. il donatore è entrato in contatto con soggetti con documentata infezione da Covid-19? se sì, applicare il criterio di sospensione temporanea di 14 giorni dopo la possibile esposizione
  3. il donatore è transitato o ha sostato dal 1 febbraio 2020 in uno dei comuni seguenti? Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini (Lombardia); Vò (Veneto) se sì, applicare il criterio di sospensione temporanea di 14 giorni
  4. il donatore ha presentato una risoluzione dei sintomi o ha interrotto un’eventuale terapia dopo anamnesi positiva per infezione da Covid-19 (infezione documentata o comparsa di sintomatologia compatibile con infezione da Covid-19)? se sì, applicare il criterio di sospensione temporanea di almeno 14 giorni
  5. il donatore presenta un valore della temperatura corporea superiore a 37,5°? se sì, il donatore deve rinviare temporaneamente la donazione

- i donatori devono informare il Servizio trasfusionale di riferimento in caso di comparsa di sintomi compatibili con infezione da Covid-19 oppure in caso di diagnosi d’infezione da Covid-19 nei 14 giorni successivi alla donazione